Martedì scorso, WikiLeaks ha registrato una cache di oltre 8.000 documenti, e lo ha chiamato “Volta 7”. I documenti, presumibilmente dalla CIA, descrivono vari metodi l’Agenzia utilizza per spiare l’elettronica di consumo, incluso ma non limitato agli smartphone, televisori e prodotti IoT.

Apple ha già rilasciato una dichiarazione sulle vulnerabilità scoperte da WikiLeaks, ma considerando di Google il browser del sistema operativo Android e Chrome sono stati tra gli obiettivi della CIA, il silenzio di Big G in questione è stata piuttosto preoccupante per alcuni utenti. Lo stesso probabilmente tirare un sospiro di sollievo in questo momento, come il creatore di Android ha rilasciato una dichiarazione ufficiale sulla questione, che recita:

“Come abbiamo esaminato i documenti, siamo certi che gli aggiornamenti di sicurezza e protezioni sia in Chrome e Android già proteggono gli utenti da molti di questi presunti vulnerabilità. La nostra analisi è in corso e ci metterà in atto ulteriori protezioni necessarie. Abbiamo sempre fatto della sicurezza una priorità assoluta e continuiamo a investire nelle nostre difese “.

Proprio come Apple prima di esso, Google non ha dato alcun specifiche su ciò che sono patchati vulnerabilità, e che ancora rimangono una preoccupazione. Questo non è sorprendente, tuttavia, come sottolineando le falle di sicurezza già trapelate porterebbe solo più gli hacker che li sfruttano, e che non si sta bene con gli utenti e Google allo stesso modo.

E ‘importante notare che la legittimità dei documenti deve ancora essere confermata. Tuttavia, considerando la risposta rapida da un certo numero di aziende, tra cui Samsung, Apple e Google, siamo inclini a credere che i documenti Vault 7 potrebbe rivelarsi il vero affare.

Sia la CIA e l’amministrazione Trump ha rifiutato di commentare la fuga, ma il presidente del Comitato Servizi Segreti della Camera, Rep. Davin Nunes, si è detto molto preoccupato per il rilascio e ha cercato ulteriori informazioni su di esso. Nel frattempo, un sacco di utenti attendono la continuazione della serie di Anno Zero di documenti, come WikiLeaks ha dichiarato che Vault 7 era solo la prima parte di “la pubblicazione più grande mai di documenti riservati sul agenzia”.