Nel corso dell’evento Financial Analyst Day 2017, AMD  ha svelato i nuovi processori Ryzen Pro e Ryzen mobile, destinati rispettivamente per il settore PC Desktop e Mobile.

Ryzen Pro

I Ryzen Pro sono chip destinati a due segmenti in particolare, quello dei PC desktop commerciali, i classici preassemblati che si possono comprare per esempio a mediaworld, e altri e l’ambito mobile business. Questi processori debutteranno rispettivamente nella seconda parte del 2017 e nella prima metà del 2018.

Ryzen Mobile

Da tempo si diceva che AMD volesse rientrare con ryzen anche nel mondo del mobile, e con Ryzen Mobile AMD entrerà ufficialmente nel settore . Le APU Raven Ridge prenderanno il nome di Ryzen Mobile e avranno un massimo di quattro core x86 Zen e integreranno una GPU basata sulla nuova architettura Vega.

AMD ha affermato che le nuove soluzioni, saranno il 50% più potenti nel calcolo  rispetto alle APU di settima generazione e avranno il 40% in più di prestazioni grafiche . AMD si aspetta anche un dimezzamento dei consumi, un aspetto da non trascurare in questo ambito.

Le nuove CPU sono attese entro fine anno per i consumatori, mentre dovremo attendere la prima parte del 2018 per vedere le nuove CPU su portatili, 2 in 1 e altri.

Con l’architettura Zen AMD ha risollevato le proprie sorti,e ha permesso di rientrare in gioco nel settore dei microprocessori. AMD ha svelato la strategia a lungo termine, che consiste nel adottare Zen 2, una revisione dell’attuale architettura Zen, nel corso del 2018. Le CPU saranno realizzate con processo produttivo, portato da 14 attuali a 7 nanometri. Entro il 2020, invece, AMD passerà da 7 nanometri a 7 nanometri plus e alla terza revisione di Zen, Zen 3. L’azienda non ha specificato i miglioramenti previsti.