Aziende tecnologiche europee e digitale sono andate a lamentarsi con la Commissione europea. Essi accusano maggiori aziende americane come Google, Apple e Facebook – per citarne alcuni – per condurre pratiche anticoncorrenziali.

Pertanto, come trasmesso la Reuters , l’UE ha iniziato a lavorare su un progetto di legge che potrebbe fornire una soluzione a questo problema. Da notare che tra le attrici, troviamo, tra gli altri, il Deezer francese, Spotify svedese o tedesca Rocket Internet. Essi credono che i giganti americani stanno abusando della loro posizione dominante per evitare ogni forma di concorrenza da parte delle imprese del vecchio continente.

Pratiche sleali

Servono quindi come le loro rispettive piattaforme (motore di ricerca, App Store, ecc …) per promuovere i loro servizi a scapito di soluzioni alternative. Ad esempio, Spotify ha riferito l’anno scorso che Apple deliberatamente respinto una versione aggiornata della sua applicazione mobile in quanto gareggiato Apple Music. Inoltre, le grandi aziende statunitensi sono anche sospettati di ritirare i prodotti e servizi per le loro piattaforme senza preavviso, per limitare il loro accesso e la mancanza di trasparenza nei loro risultati di ricerca.

Così, senza dare ulteriori dettagli per ora, la Commissione europea sta cercando una soluzione per garantire una concorrenza leale e stabilire un sistema per risolvere queste controversie il più rapidamente possibile. società statunitensi non sono ovviamente soddisfatti di questa notizia e Edima, l’associazione che rappresenta i principali servizi on-line come Amazon, Google, Facebook e Apple, si è detta ” deluso e scioccato “.

spese ricorrenti

Inoltre, le relazioni tra l’Unione europea e le grandi aziende negli Stati Uniti sono stati regolarmente Tech punteggiati da questo tipo di business. Google in particolare è stato accusato di abuso di posizione dominante  e l’azienda di Mountain View era evidentemente stato veloce a rispondere .

 Fonte: Reuters