Apple è stata al centro di una controversa, con iPhone 6 e 6 Plus che soffriva di un problema di rigidità, che ha finito per piegarsi nelle tasche degli utenti. Abbiamo immaginato questo caso chiuso per un po ‘, ma improvvisamente rimbalza, grazie ai documenti pubblicati come parte di un’azione collettiva contro Apple.

Il giudice Lucy Koh ha evidenziato nuovi elementi dell’indagine , denunciando il comportamento di Apple in questa storia. I documenti interni dimostrano che la società era effettivamente a conoscenza del problema. Hanno rivelato che i test interni avevano concluso che l’iPhone 6 era 3,3 volte più facile da piegare rispetto a un iPhone 5S. Per quanto riguarda la versione Plus, è 7,2 volte di più!

Se conosci l’iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus, non sei estraneo a questa controversia. Una volta infilato in una tasca, gli smartphone Apple, un po ‘troppo flessibili, spesso prendevano la piega.

Nel caso, Apple aveva giocato la carta dell’equivoco, assicurandosi che i numerosi test nella loro progettazione non avessero identificato problemi come questo. Per compensare i propri clienti, la società di Cupertino ha semplicemente offerto un piccolo sconto per la riparazione di un touch screen. Oggi una leggera compensazione ha puntato il dito.