Nessun Facebook in Papua Nuova Guinea per un mese! Secondo il Guardian, che cita i media locali Post-Courier, il governo ha preso questa decisione per darsi il tempo di ripulire il social network. È in ogni caso la versione ufficiale. ”  Questo ci consentirà di raccogliere informazioni per identificare gli utenti che si nascondono dietro account falsi, condividere contenuti pornografici e diffondere informazioni false per sopprimerli ” , hadichiarato il ministro delle Comunicazioni Sam Basil.

Secondo lui, questa misura di shock contribuirà a rendere Facebook ancora più pulito e sicuro. “Le  persone che utilizzano la loro vera identità possono quindi sfruttare il social network in modo responsabile ” , afferma Basil. Questa volta dovrebbe anche essere usato per mettere in atto una protezione per i dati personali degli abitanti del paese. Il caso Cambridge Analytica ha lasciato tracce, mentre Facebook affronta una multa di 1,3 miliardi di euro per il mancato rispetto del GDPR in Europa. ”  Non possiamo più sostenere l’abuso di Facebook” , ha detto il ministro, che non ha specificato quando questo periodo di un mese avrebbe avuto inizio.

Ma sta già programmando di vietare definitivamente Facebook. E sostituirlo con una soluzione governativa. ”  Possiamo anche considerare la creazione di un nuovo social network per i nostri cittadini (…). Se necessario, possiamo riunire gli sviluppatori di applicazioni per immaginare un sito più favorevole alla comunicazione dei Papuani all’interno del paese e all’estero . Con tutte le derive che possono portare. Stiamo parlando di questo problema nel nostro file su VPN per navigare in sicurezza .

Le voci si alzano e vengono a contestare questo blocco. The Guardian relaziona Aim Sinpeng, uno specialista in problemi di media digitali all’Università di Sydney. ”  Non capisco perché il divieto sia necessario. Possiamo fare un’analisi di Facebook senza usarla. E quali dati raccoglierà il governo? Se sono preoccupati per le notizie false, ci sono molti modi per farlo senza proibire una piattaforma “, dice.