Negli Stati Uniti, l’uso dei prodotti di sicurezza di Kaspersky Lab è vietato nelle agenzie federali . Il divieto è collegato alle accuse di legami tra i funzionari di Kaspersky Lab e le agenzie governative russe.

Una direttiva è stata emessa lo scorso settembre dal Dipartimento della Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, mentre una legge approvata dal Congresso degli Stati Uniti lo ha successivamente esteso a tutti gli organismi governativi.

Riferendosi a ” accuse e voci ” contro di lui, così come a una decisione incostituzionale, Kaspersky Lab ha deciso di combattere questo divieto in tribunale con la presentazione di due denunce. Sono stati appena respinti.

Un giudice ritiene che la legge approvata dal Congresso degli Stati Uniti ” non imponga sanzioni a Kaspersky Lab “. ” Elimina un rischio percepito per la sicurezza informatica della nazione e, così facendo, ha l’effetto collaterale di privare una piccola fonte di reddito di una grande impresa multinazionale ” .

Il giudice sottolinea anche che Kaspersky Lab può ancora commercializzare i suoi prodotti, ma il governo non è obbligato ad acquistarli.

L’editore russo è deluso ma non capitola e intende appellarsi alla decisione. ” Riteniamo che queste azioni siano incostituzionali […] e che abbiano ingiustamente preso di mira la società senza alcun significativo accertamento di fatti ” .

Come parte dei suoi sforzi di trasparenza, Kaspersky Lab ha recentemente annunciato il trasferimento del cuore della propria infrastruttura dalla Russia alla Svizzera, e con la costituzione di un centro di trasparenza per l’esame del codice sorgente di software e aggiornamenti.