L’iniziativa, guidata da Sadiq Khan, attuale sindaco di Londra, mira a facilitare le donazioni.

L’osservazione è semplice: abbiamo meno soldi per noi, ma una cosa non lascia mai le nostre tasche, vale a dire lo smartphone. Ecco perché la città di Londra ha deciso di dotare i “buskers” (il piccolo nome dei musicisti di strada nella capitale inglese) con un lettore di schede iZettle. 

L’iniziativa, denominata Busk a Londra, consente ai musicisti di accettare pagamenti in contanti (alcune cose non cambiano) ma anche tramite smart card, carta contactless, tramite smartphone o NFC grazie a soluzioni come Apple Pay o Google Pay, presente su smartphone o orologi collegati come l’Apple Watch o la maggior parte degli orologi WearOS. 

” Essere in grado di suonare per la strada aiuta gli artisti emergenti a perfezionare il loro talento e offre loro la possibilità di esibirsi di fronte a un gran numero di persone ” , ha affermato Sadiq Khan. 

Dal suo lancio nel 2007, il pagamento senza contanti è stato un enorme successo a Londra ed è stato ampiamente adottato da tutti i commercianti. Il lettore di schede iZettle consente inoltre ai musicisti di impostare una tariffa, in modo che il pagamento sia ancora più veloce. Secondo Charlotte Campbell, vista nella foto sopra, le donazioni sono aumentate significativamente dall’introduzione di questo sistema.