Un nuovo conflitto diplomatico scuote la compagnia di Cupertino. Telegram ha molestato per mesi le autorità russe, ha annunciato di non essere in grado di aggiornare la versione iOS della sua applicazione di messaggistica sicura. “Apple ha smesso di convalidare gli aggiornamenti iOS di Telegram a livello globale per un mese e mezzo, dopo che la Russia ha deciso di bloccare Telegram”, afferma Pavel Durov in un tweet .

Infatti, il governo russo ha bandito l’applicazione del suo territorio lo scorso aprile, l’editore ha rifiutato di fornire chiavi di crittografia per i suoi canali di discussione. Ma il blocco non è stato molto efficace. Gli utenti sono ancora riusciti ad accedere alla messaggistica tramite VPN.
Di conseguenza, le autorità russe non hanno esitato a bloccare milioni di indirizzi, anche per fare vittime collaterale tra altri siti o servizi online.

Nel frattempo, il 17 aprile, il governo russo ha anche chiesto a Apple e Google di rimuovere l’app Telegram dai loro app store. Da quel giorno, nessun aggiornamento a Telegram è stato pubblicato su App Store. Il Play Store di Google, d’altra parte, ha rilasciato tutte le nuove versioni come prima. Per il momento, Apple non ha parlato di questo argomento.

Per gli utenti di Telegram, questa situazione è molto imbarazzante. Gli ultimi aggiornamenti correggono un numero di bug, soprattutto a livello di adesivi.

In un messaggio di Telegram , Pavel Durov si rammarica del fatto che tutti gli utenti iOS siano bloccati, mentre “la Russia rappresenta solo il 7% della base utenti di Telegram” . Il leader spiega infine che questa situazione impedisce all’editore di apportare le modifiche necessarie alla sua applicazione per poter rispettare la legge europea GDPR .