Quello che stiamo cercando oggi con processori smartphone di fascia alta è il potere … ma anche, la capacità di risparmiare energia. Per risolvere questi problemi, ARM presenta i modelli Cortex-A76, Mali-G76 e Mali-V76, progettati per equipaggiare i SoC con gli ultimi smartphone premium sul mercato e alcuni laptop.

Potente ed economico

Il Cortex-A76 è destinato a sostituire l’attuale Cortex-A75. Per la sua CPU, ARM ha lavorato a una vera riprogettazione, celebrando una nuova architettura. Il cuore di questo è basato su una tecnologia DynamIQ , che abbandona il classico big.LITTLE. Il produttore afferma che la sua prossima CPU aumenta le sue prestazioni del 35% rispetto al suo predecessore. Sarebbe anche il 40% più efficiente dal punto di vista energetico.

Mali-V76: l’8K a 60 fps

Il processore dedicato al video, Mali-V76, prenderà il controllo di V52 e V61. Può decodificare video 8K a 30 e 60 fotogrammi al secondo, a seconda del numero di cuori incorporati. Dovrebbe essere in grado di gestire quattro flussi video in 4K a 60 fps allo stesso tempo. È anche compatibile con i codec attuali, ovvero AVS + / AVS, VP8, VP9, ​​H.264 e HEVC.

Mali-G76: potenza e intelligenza artificiale

Il processore grafico Mali-G76 prende il posto di Mali-G72. Aumenterà le prestazioni soprattutto per i giochi e qualsiasi applicazione 3D. Buone notizie per coloro che sono interessati a trovare una buona esperienza di gioco sui loro smartphone. Inoltre, questa grande GPU è ottimizzata per l’intelligenza artificiale e in particolare per l’apprendimento automatico . Senza dubbio sarà in grado di adattarsi agli usi e progredire nel tempo.  

Ora, dobbiamo aspettare che i partner recuperino questi componenti. Il Mali-G76 potrebbe finire nei prodotti prima della fine dell’anno poiché è già pronto. Per quanto riguarda il Cortex-A76, sarà sicuramente integrato nel SoC degli smartphone di fascia alta del 2019.