Secondo il blog Gizmodo, Google non estenderà più il suo attuale contratto che collega il gigante della ricerca al Pentagono. Google fornisce all’esercito degli Stati Uniti tecnologie basate sull’intelligenza artificiale e la sua infrastruttura. La dirigente di Google Cloud Diane Greene ha dichiarato: ” Il contratto attuale scadrà nel 2019 e non ci sarà alcun nuovo contratto ” in un incontro con i dipendenti dell’azienda. Ora è ufficiale, Google non sarà più associato al controverso progetto chiamato “Maven”.

Il Pentagono vuole l’intelligenza artificiale per permettere ai droni di decidere chi uccidere senza necessariamente usare un operatore umano. Il progetto in cui Google è coinvolta dovrebbe consentire alle forze armate statunitensi di beneficiare degli strumenti di analisi delle immagini catturati dai droni in tempo reale per identificare più rapidamente oggetti o potenziali obiettivi grazie alla competenza del gigante di ricerca nel campo dell’intelligenza artificiale. Molti dipendenti hanno espresso insoddisfazione per l’impegno di Google nei confronti di questo progetto, poiché oltre 3000 dipendenti hanno firmato una petizione.

Molti impiegati, inclusi i ricercatori, hanno indicato la loro intenzione di dimettersi se l’azienda non cambia idea sul suo coinvolgimento con il Pentagono . Le cose stanno ovviamente tornando in pista con questa iniziativa del gigante che ha dovuto affrontare un vero malessere all’interno della sua struttura. Per alcuni, l’intelligenza artificiale di Google è terrificante , la società intende svelare nuovi principi etici riguardo al suo utilizzo dell’IA nelle prossime settimane.