Secondo il sito 9To5 di Google , il gigante prevede di implementare il suo nuovo sistema operativo su molti dispositivi. I nostri colleghi hanno trovato tracce di nuovi dispositivi che potrebbero imbarcarsi con Fucsia cercando il codice sorgente dei nomi in codice base Zircon : Gauss e Astro. Questi non sono smartphone o tablet, Google ha in programma di incorporare il proprio sistema operativo in più oggetti connessi.

Gauss sembra essere un altoparlante collegato, un chip Amlogico A113 accoppiato a 1 GB di RAM. Si tratta di un chip audio che funziona già all’interno delle apparecchiature dedicate all’assistente vocale di Amazon, Alexa . Si suggerisce che Gauss eseguirà l’Assistente Google. È abbastanza probabile che questo dispositivo possa essere il degno successore di Google Home.

Continuiamo con Astro, un prodotto circondato da un certo mistero, perché secondo gli elementi riportati nel codice sorgente, non corrisponde a nulla che conosciamo oggi sul mercato. Il dispositivo incorpora un SoC Amlogic S905D2 che dovrebbe avere le sue abitudini sui box di Android TV. O dovrebbe anche avere un touch screen in aggiunta a un sensore di impronte digitali (il controller Goodix associato lo suggerisce). Difficile da indovinare in base alle sue informazioni su cosa sia realmente questo dispositivo. 9To5 Google cita come esempio una sorta di iPod Touch.

Non sappiamo quando o se la Fuchsia sarà mai ufficialmente svelata. Google sta ancora lavorando molto su questa alternativa ad Android. Siamo stati in grado di scoprire per ora l’interfaccia di Fucsia.