Google sta migliorando le capacità di traduzione offline di Google Translate con un’iniezione di AI sotto forma di traduzione automatica neurale (NMT).

L’utilizzo dell’IA su dispositivo consente di migliorare notevolmente la qualità delle traduzioni offline e funziona in modo analogo alle traduzioni online. L’uso della traduzione automatica neurale aiuta a migliorare la precisione osservando frasi complete, piuttosto che tradurre parola per parola.

Google sta implementando l’aggiornamento AI nei prossimi giorni e la società afferma che aiuterà le traduzioni in 59 lingue. L’aggiornamento interesserà sia le versioni iOS che Android dell’App, e Google afferma che “utilizza un contesto più ampio per aiutare a determinare la traduzione più pertinente, che poi riorganizza e aggiusta per sembrare più una persona reale che parla con una grammatica corretta”. La società aggiunge: “Questo rende i paragrafi e gli articoli tradotti molto più semplici e facili da leggere.”

In un post sull’aggiornamento, Google dice:

Le traduzioni offline possono essere utili quando si viaggia in altri paesi senza un piano dati locale, se non si dispone di accesso a Internet o se non si desidera utilizzare i dati cellulari. E dal momento che ogni set di lingue è di soli 35-45 MB, durante il download non occupano troppo spazio sul telefono.

Per provare le traduzioni offline NMT, vai all’applicazione Traduci su Android o iOS. Se hai già utilizzato le traduzioni offline, vedrai un banner sulla schermata iniziale che ti porterà nel posto giusto per aggiornare i tuoi file offline. In caso contrario, vai alle impostazioni di traduzione offline e tocca la freccia accanto al nome della lingua per scaricare il pacchetto per quella lingua. Ora sarai pronto per tradurre il testo sia che tu sia online o meno.