Reuters rivela che Microsoft sta seguendo le orme di Amazon nel campo dei supermercati non in contanti. La società sta sviluppando un sistema di telecamere e intelligenza artificiale simile a quello di Amazon Go per lanciare i propri negozi in collaborazione con gruppi di vendita al dettaglio di massa. Microsoft ha già iniziato con la catena Wallmart, il più grande gruppo al dettaglio al mondo prima di Carrefour. In questi negozi senza contanti, il cliente crea prima un account collegato ai dati della carta di credito. Poi ha solo bisogno di entrare nel negozio, servirsi e andarsene di nuovo: non c’è bisogno di perdere tempo alla cassa, le telecamere e un sistema di intelligenza artificiale ti permettono di sapere quali prodotti hai portato con te e da te addebito quando si lascia i locali. Il sistema deve essere abbastanza sofisticato per identificare anche i prodotti che potresti avere sullo scaffale.

La tecnologia è già sotto controllo da Amazon, che ha aperto un primo negozio a Seattle nel 2018 e prevede di aprire presto due nuovi negozi a Chicago e San Francisco. In un rapporto del primo Amazon Go, un reporter del New York Times racconta le sue impressioni su questo negozio senza contanti: “Il primo suggerimento che c’è qualcosa di strano nel negozio del futuro di Amazon ti sta colpendo non appena passi il porta. Sembra di entrare in una stazione della metropolitana. Una fila di tornelli mantiene l’accesso al negozio […] consentendo solo a coloro che hanno l’app per smartphone all’interno. Questo sistema senza contanti non è solo un bene per il cliente, ma rappresenta anche un risparmio per i distributori che non dovranno più assumere così tante persone. E ciò non significa che si possa farne a meno: nel negozio Amazon Go, un numero minore di personale rifornisce i reparti o aiuta i clienti a risolvere problemi tecnici.

New York Time riferisce che alcuni dipendenti controllano anche l’identità dei clienti presso il reparto liquori. Il sistema è abbastanza sofisticato da rendere la frode quasi impossibile. I test per nascondere i prodotti dal sistema di telecamere non hanno avuto successo: Amazon vede tutto nel suo negozio e finisce per fatturare il cliente. Resta da vedere se Microsoft, un nuovo concorrente in questo settore, sarà in grado di fare altrettanto bene, altrettanto velocemente. Il gruppo investe molto nel cloud e nell’intelligenza artificiale, ed è già il numero 2 nel settore dietro Amazon. Contattato da Reuters, Microsoft ha detto che “non farebbe commenti su voci o speculazioni”.