Questa è un’informazione piuttosto inosservata nelle molte novità svelate da Apple al suo Keynote ieri sera. Ma le notizie dovrebbero deliziare gli utenti di CarPlay, il sistema operativo di bordo per i veicoli dal marchio alla mela.

Dal suo lancio nel 2013, CarPlay ha lavorato solo con un numero limitato di applicazioni di terze parti. Principalmente applicazioni di messaggistica (WhatsApp in testa), applicazioni podcast (come Pocket Casts) o audiolibri (Audible). Per quanto riguarda la navigazione, era Apple Maps e nient’altro.

Ma con iOS 12, che sarà disponibile a settembre, Waze, Google Maps o qualsiasi altra applicazione GPS offriranno una versione di CarPlay. È vero che Apple Maps è migliorata negli ultimi anni, ma la società di Cupertino è molto indietro rispetto a Google Maps e le sue informazioni molto più precise, o Waze e la sua capacità di bluff di calcolare percorsi alternativi in ​​caso di ingorghi o incidenti.

Resta da vedere se Google Maps e Waze (che appartiene a Google) vorranno adattarsi a CarPlay. Ma secondo l’immagine rilasciata durante il Keynote, non c’è nulla di cui preoccuparsi.