Il quarto produttore di smartphone al mondo ha presentato giovedì Mi8, il successore del Mi6, celebrando l’ottavo anniversario del marchio. In programma: un look ispirato all’iPhone X, con un doppio sensore fotografico, animojis e necessariamente una tacca.

Ovviamente, questo è davvero un telefono con Android. E nonostante la sua somiglianza fisica con l’iPhone X di Apple, il Mi8 non ha alcun rossore sul lato tecnico. Giudice invece:

– AMOLED display di 6.21 pollici (2248 x 1080 pixel) 
– vette luminose fino a 600 nits 
– Processore Qualcomm Snapdragon 845 
– a 64 di memorizzazione di base GB 
– 6 GB di RAM 
– Frequenza doppia di GPS 
– Batteria 3400 mAh 
– No porta cuffie 
– 4 finiture: nero, blu, bianco e oro champagne

Sul lato della fotocamera, notiamo la presenza di un doppio sensore da 12 Mp sul retro, con apertura f / 1.8 e f / 2.4. Xiaomi ha persino spinto la morsa fino a copiare la modalità Portrait proposta da iPhone X e 8 Plus, una modalità rinominata qui “Studio Effect”. Per quanto riguarda il sensore anteriore, arriva fino a 20 milioni di pixel. 

Infine, una Explorer Edition, con 8 GB di RAM e 128 GB di storage (venduti al prezzo di 500 euro) offrirà anche un sensore di impronte digitali incorporato sullo schermo. Oh, e una versione mini, con uno schermo da 5,88 pollici, sarà anche disponibile. Il suo nome? L’MI8 SE … come l’iPhone SE. 

La data di rilascio non è ancora nota.