Lanciato nel 2010, l’iPad non è ancora il PC assassino che ha immaginato Steve Jobs al suo lancio. Certo, il tablet è entrato in una nuova era con l’avvento dell’iPad Pro e della sua Apple Pencil, ma il mondo professionale non può ancora abbandonare Mac e PC senza compromessi.

Nel 2019, l’iPad potrebbe fare un serio passo in avanti con l’arrivo di una nuova applicazione: Photoshop. Secondo Bloomberg , Adobe avrebbe annunciato una versione completa del suo software di editing alla sua conferenza MAX in ottobre.

Strategia di abbonamento

Dal 2011, Adobe ha cambiato il suo modello di business. Non più acquisti unici, ora è necessario abbonarsi e pagare un canone mensile per utilizzare le applicazioni dell’azienda. Photoshop, Illustrator, Premiere Pro … L’elenco delle app incluse è lungo e viene fornito con un servizio di archiviazione online. L’offerta con accesso a tutte le domande ha un costo di 59,99 euro al mese, mentre possiamo chiedere solo uno di questi per 23,99 euro al mese.

Lanciando Photoshop su iPad, Adobe risponderebbe ai professionisti sempre più spesso dotati di tablet, che apprezzerebbero la possibilità di modificare i loro progetti quando si spostano senza dover trasportare un computer. Su App Store e Play Store, esistono già versioni mini di Photoshop, ma rimangono anni luce di versioni PC e Mac. La società intende offrire una versione completa di Photoshop, adattata alle specificità dell’iPad, come il suo touch screen o Apple Pencil.  

Con questa svolta su iPad, Adobe si ispirerà alla strategia avviata da Microsoft nel 2014 quando Word, Excel e PowerPoint sono arrivati ​​sul tablet. Da allora, anche l’Office Pack è passato completamente al modello di abbonamento.

Contrastare l’ascesa di affinità

L’annuncio di Photoshop su iPad non cade in nessun momento. Alla vigilia dell’articolo di Bloomberg, Affinity, concorrente di Adobe nel settore, ha lanciato Designer su iPad, il suo concorrente di Illustrator.

L’anno scorso, l’azienda ha brillato sul palco di un keynote di Apple con Affinity Photo, un’applicazione di modifica estremamente completa per tablet. Promosso da Apple, Affinity è apparso sempre più simile a Photoshop per iPad agli occhi dei suoi utenti e sembrava avere pochissima concorrenza.

Arrivato su iPad nel 2019, il messaggio di Adobe è chiaro: non consente alle aziende più piccole di invadere la propria quota di mercato conquistando nuovi dispositivi.