Se ti trovi negli Stati Uniti e utilizzi Bing come motore di ricerca sui dispositivi mobili, potresti iniziare a trovare il fulmine di AMP nella pagina dei risultati. Mentre Microsoft utilizza già AMP in alcune delle sue app, tra cui Bing, è solo ora che il motore di ricerca ha iniziato a implementare la tecnologia open source di Google per i suoi risultati di ricerca all’interno di un browser. Puoi pensare a AMP come la soluzione che Google ha creato per far caricare più velocemente le pagine web sui dispositivi mobili e funziona con Chrome, Firefox, Edge, Safari, Opera e UC Browser.

Per questa fase del lancio, Bing mostra solo le versioni AMP delle pagine negli Stati Uniti all’interno del carosello delle notizie, che è anche il luogo in cui Google le visualizza nei propri risultati di ricerca. Tuttavia, Microsoft prevede di utilizzare AMP per altri siti Web e altri collegamenti nella pagina dei risultati, in futuro. Spera anche di implementare la tecnologia in più paesi e regioni.