La società sta introducendo una nuova API per Android che consentirà agli utenti di continuare a utilizzare le app mentre un aggiornamento viene scaricato in background o di avviarle dall’app quando si tratta di un aggiornamento critico.

Google ha annunciato l’API degli aggiornamenti in-app durante l’annuale Android Dev Summit – insieme al supporto per i display pieghevoli – mentre celebra i 10 anni del sistema operativo . L’API offrirà agli sviluppatori un paio di opzioni per quanto riguarda gli aggiornamenti. Il primo è un’esperienza a schermo intero, che blocca l’utilizzo dell’app fino al download e all’installazione dell’aggiornamento. Questa opzione è consigliata per gli aggiornamenti importanti che devono essere installati immediatamente: patch di sicurezza critiche, correzioni di errori e simili.

L’altra opzione è ciò che Google sta chiamando un aggiornamento flessibile. Se abilitato, gli utenti potranno continuare a utilizzare un’app mentre viene scaricato un aggiornamento. Gli sviluppatori saranno inoltre in grado di personalizzare il flusso di aggiornamento in modo tale che si senta come parte dell’app.

Per ora, la nuova API degli aggiornamenti in-app sarà disponibile solo per gli sviluppatori Android che sono partner di accesso anticipato. Google non ha annunciato una data ufficiale che otterrà un ampio rilascio ma ha detto che l’API sarà presto disponibile per tutti gli sviluppatori.