la deforestazione in Brasile è più alta che mai

La deforestazione nella parte brasiliana della foresta pluviale amazzonica è aumentata di oltre l’88% a giugno rispetto allo stesso mese di un anno fa, il secondo mese consecutivo di distruzione forestale sotto il nuovo presidente Jair Bolsonaro, che ha chiesto lo sviluppo della regione.

Secondo i dati dell’agenzia di ricerca spaziale del Brasile, la deforestazione nella foresta pluviale tropicale più grande del mondo è stata di 920 km quadrati.

I dati che mostrano un aumento della deforestazione dell’88,4% sono preliminari, ma indicano che il dato annuale ufficiale, basato su immagini più dettagliate e misurato per i 12 mesi fino alla fine di luglio, è sulla buona strada per superare la cifra dello scorso anno.

Nei primi 11 mesi, la deforestazione ha già raggiunto i 4565 km quadrati, con un aumento del 15% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Gli ambientalisti hanno avvertito che le forti osservazioni di Bolsonaro che chiedono lo sviluppo dell’Amazzonia e che criticano l’agenzia per la salvaguardia dell’ambiente del paese, Ibama, per aver distribuito troppe multe, incoraggerebbero i taglialegna e gli allevatori che cercano di trarre profitto dalla deforestazione.

“Bolsonaro ha aggravato la situazione … Ha fatto un forte attacco retorico”, ha detto Paulo Barreto, ricercatore presso l’organizzazione non governativa brasiliana Imazon.

I nuovi dati coincidono con una maggiore pressione sul governo per proteggere l’ambiente secondo i termini dell’accordo di libero scambio tra l’Unione Europea e il blocco sudamericano Mercosur, che ha accettato la scorsa settimana. Il Brasile interverrà se le preoccupazioni su un aumento della deforestazione saranno confermate, ha detto il ministro dell’Agricoltura.

La stagione delle piogge ad aprile è sembrata aver frenato un picco nella deforestazione che successivamente è arrivato con la stagione secca a partire da maggio.

La deforestazione è aumentata del 34% a maggio rispetto allo stesso mese di un anno fa.

L’ufficio del sig. Bolsonaro ha rifiutato di commentare, dicendo che le domande sarebbero state indirizzate dal Ministero dell’Ambiente.

“Stiamo adottando tutte le misure per combattere la deforestazione illegale”, ha detto a Reuters il ministro dell’ambiente Ricardo Salles. “Questa settimana abbiamo avuto 17 squadre di controllo simultaneamente in tutta l’Amazzonia da Ibama”.

Il Brasile ospita il 60% dell’Amazzonia, che è la più grande foresta pluviale tropicale del mondo ed è considerata vitale per la lotta globale contro il cambiamento climatico.

Il commerciante di cereali Cargill, la più grande azienda privata statunitense, ha dichiarato il mese scorso che l’industria alimentare non sarà in grado di soddisfare l’impegno di eliminare la deforestazione nelle proprie catene di fornitura a livello globale entro il 2020 e si impegnerà a fare di più per proteggere gli ambienti nativi in ​​Brasile.

Mentre il testo finale dell’accordo UE-Mercosur non è stato pubblicato, una bozza degli Stati dell’UE afferma che l’accordo prevede che l’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici debba essere attuato efficacemente insieme ad altri impegni per combattere la deforestazione.

Il presidente francese Emmanuel Macron aveva avvertito la scorsa settimana che non avrebbe firmato l’accordo se il Brasile lasciasse l’accordo di Parigi. Bolsonaro ha incontrato Macron al vertice del G20 della scorsa settimana e lo ha rassicurato sul fatto che il Brasile era nell’accordo di Parigi.

Lo stratega della foresta di Greenpeace, Paulo Adario, ha detto che “tutte le indicazioni” sono che la deforestazione peggiorerà sotto il sig. Bolsonaro, ma spera che le notizie di un forte aumento facciano pressione sul governo affinché intervenga.

“Quando hanno i numeri finali, se è davvero molto, questo sarà un incubo per Bolsonaro”, ha detto Adario. “Questo è qualcosa che è davvero importante da un punto di vista internazionale e brasiliano perché l’Amazzonia è un’icona”.

Marte Bernardello

Marte Bernardello (Marte.Bernardello@hdwzone.com) – Marte è un commerciante specializzato e ha un grande interesse per la tecnologia. È responsabile dello svolgimento di tutte le ricerche necessarie quando si tratta di analisi tecniche delle scorte, nonché di esaminare gli ultimi gadget che presentiamo qui.
Marte Bernardello

Marte Bernardello

Marte Bernardello (Marte.Bernardello@hdwzone.com) – Marte è un commerciante specializzato e ha un grande interesse per la tecnologia. È responsabile dello svolgimento di tutte le ricerche necessarie quando si tratta di analisi tecniche delle scorte, nonché di esaminare gli ultimi gadget che presentiamo qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *